RSS

American Idol

11 Set
Riprendo il discorso cominciato in alcuni commenti.
Oggi, lo sanno tutti e ce l’hanno ricordato (come se fosse necessario) fino alla nausea, è l’11 settembre…di 5 anni dopo quel famoso giorno.
E sempre quel famoso giorno di 5 anni fa, per l’inettitudine, l’arroganza, la brama di potere dei pochi pagarono gli innocenti.
Gente come noi, che lavora, che porta a casa uno stipendio, magari per i filgi o la moglie o il marito. Gente che tira a campare come può e come sa.
Come ho giò detto, quello che accadde fu si un atto incredibilmente spaventoso, ma non dobbiamo fermarci all’apparenza. Quando vediamo dei cerchi concentrici in acqua pensiamo al lancio di un sasso o di qualcosa che li ha provocati, quindi mi chiedo perchè questa volta invece, ci limitiamo a rimirare soltanto i cerchi.
Anche in questo caso si dovrebbe cercare il sasso che li ha provocati. Indubbiamente un’azione del genere non può essere stata fatta da dei folli “così”, solo perchè gli va di schiantarsi contro delle torri. Una causa deve esserci.
Non sto facendo un discorso “comunista” o “a favore” di chi ha commesso ciò. Restano comunque imperdonabili. Ma bisogna farsi delle domande.
Coloro che hanno compiuto quel gesto lo hanno mascherato con la religione, e sulla religione fanno leva sui loro simili per averli dalla loro parte, come insegna la storia, l’Islamismo fù inventato da Maometto per unificare i popoli arabi.
Lo mascherano con la religione come noi mascherammo le crociate.
Il motivo è che hanno colpito uno dei simboli di quelli che, a parer loro, li hanno rovinati.
Li hanno ingannati, vendendogli armi per farli arrivare al potere, poi quando non erano più necessari li hanno abbandonati negando di conoscerli come amici. Hanno interferito troppo con questa gente, facendo sempre e comunque il loro interesse. E quando questo terminava, terminavano anche i loro rapporti. Chi siete? Noi non vi conosciamo. Andate a piangere da un’altra parte.
Un popolo, gli americani, che comunque non ha colpa. Non il popolo almeno.La colpa l’ha chi li comanda, chi sa, chi può fare. E che puntualmente non fa gli interessi di chi l’ha eletto, ma fa i propri interessi e quelli dei suoi “amici”.
Probabilmente i potenti hanno ben pensato di trovarsi un nemico. Ovvio.
La russia non è più una minaccia, la cina allora non faceva molta paura e l’europa è ridotta ad un branco di stati con poca identità intenti solo a dirsi dietro l’un l’altro. Manca un nemico. Manca qualcosa che tenga impegnata l’opinione pubblica. E se l’opinione pubblica è impegnata a pensare ad un nemico che può attaccare come e quando vuole, non pensa più al resto. Ha paura. E’ controllabile. E gli permette di tutto.
A noi piace la parola “repubblica” oppure “democrazia” quando invece non ci rendiamo conto che sono tra le forme di governo più sbagliate. Chissà perchè i momenti di massimo splendore (e purtroppo di massima oscurità) della civiltà umana si sono raggiunti solo quando al comando c’era una persona sola. Mai quando al comando c’erano un branco di idioti, di sciacalli, di cani randagi e rabbiosi intenti solo a mettersi i bastoni tra le ruote a vicenda e a tirare l’acqua al proprio mulino.
E al comando queste persone ci sono ancora. Finchè ci saranno, continueranno a sbranarsi, a fare le cose solo per intralciare gli altri senza minimamente pensare al benessere della gente.
Serve un dittatore. Un dittatore illuminato che pensi al popolo e alla gente. Lui decide, gli altri fanno ciò che lui ha deciso. Punto. Niente ma, se, forse, ma io, no questo non te lo permetteremo….
Annunci
 
4 commenti

Pubblicato da su settembre 11, 2006 in Serious stuffs

 

4 risposte a “American Idol

  1. Michele

    settembre 11, 2006 at 10:28 pm

    d\’accordo praticamente su tutto..e nauseato praticamente da tutto

     
  2. Sofia

    settembre 12, 2006 at 11:12 am

    sono d\’accordo su tutto a parte la conclusione con il tipo di governo ideale..secondo me il mondo raggiungerebbe una pace perpetua se tutti gli stati diventassero come la Svizzera…cioè ognuno si fa i cazzi suoi!!!

     
  3. Anna

    settembre 13, 2006 at 12:42 am

    .. eh già Johnny caro, è esattamente come dici tu, il fatto ignobile è che a pagare con la vita non sono loro ma noi… comunque l\’11 settembre ha cambiato un po\’ tutti, forse anche te, perchè tra le tue righe si sente la rabbia e si nota il tuo disincanto nei contronti della società in cui viviamo.. il mio problema è che tutto questo orrore mi rende completamente priva di speranze e non mi viene nemmeno in mente una ipotetica forma di governo da poter adottare per risolvere in parte i problemi e sto covando un sentimento di odio , che mi porta ad incazzarmi e a dire: MA CHISSENEFEGA, FACCIANO CIO\’ CHE VOGLIONO, TANTO FAREBBERO COMUNQUE QUEL CAZZO CHE VOGLIONO, BASTA CHE DORMO MANGIO E STO BENE E TANTI SALUTI A TUTTI.
    ed è qui che scatta l\’egoismo che piano piano sta mangiando gli animi della gente che si sente incazzata, delusa e impotente.
    un\’unica annotazione: questi signori terroristi potrebbero ammazzarsi tra di loro e non stroncare le vite degli altri.

     
  4. Chiuso per sempre

    settembre 14, 2006 at 5:13 pm

    Ho letto il tuo intervento e sono daccordissimo con ciò che dici. A proposito del mio blog ti "pregherei" di leggere il mio nuovo intervento. Ciao con amicizia.

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: